il_570xN.405562904_10r1

Una bussola per navigare nelle acque dell’ospitalità

Data: 1 agosto 2013

Per ottenere buoni risultati nel proprio business non è sempre sufficiente affidarsi all’intuito né all’esperienza, soprattutto in momenti difficili per il mercato in generale. Per sapere su quali format puntare e dove volgere la prua della propria ammiraglia a volte è necessario affidarsi a un consulente esperto, che abbia ben presente le tendenze e le evoluzioni più recenti.
Si prevede dunque un grande seguito ai seminari che FCSI – Foodservice Consultants Society International, terrà a Host 2013, da sempre osservatorio delle tendenze e delle evoluzioni del mercato.
Gli incontri spazieranno sui temi più “caldi” del momento per il settore, dalle opportunità dei social media a quelle dei nuovi mercati, dall’organizzazione di grandi eventi alla valorizzazione del rapporto di partnership tra cliente e consulente, fino alla sostenibilità e alla green economy.
Abbiamo chiesto agli esperti di FCSI qualche squarcio sul domani dell’ospitalità. Ecco cosa ci hanno raccontato.
«Oggi in tutto il mondo, specie nelle economie emergenti, si registra la tendenza ad apprezzare i format europei e in particolare italiani per il loro contenuto di design – spiega Jonathan Doughty, presidente di FCSI EAME (Europe-Africa-MiddleEast) -. Nell’ospitalità i concetti di layout e management si avvicinano sempre più e, nel loro incontro, il consultant svolge un ruolo centrale di trend setter perché aiuta l’operatore a cogliere le evoluzioni e le tendenze. Qualche esempio? L’hotel bar, che diventa sempre più momento di aggregazione, ma anche i nuovi stili di consumo dei giovani, sempre più informali e diversificati».
«Con la crisi si accentua il rischio di ripiegare su soluzioni già percorse e annullare le idee -aggiunge Luciano Cattaneo, Membro del Board FCSI Divisione EAME – proprio quando è invece essenziale puntare su concetti originali. In Italia abbiamo una tradizione di borghi, con i loro centri, che si prestano come modello ideale per questi nuovi concept: qui è fondamentale il ruolo del Consultant come influenzatore per trarre dalla tradizione spunti che rispondono alle nuove esigenze di consumo. Ad esempio, le cucine a vista anche nei locali breakfast, la nuova vita delle cantine o le opportunità del mondo museale. Ma anche un’evoluzione della convivialità nella direzione dei social media».
Per essere realmente aggiornati insomma su dove va il mondo dell’ospitalità, l’appuntamento è a Host, in Fieramilano a Rho da venerdì 18 a martedì 22 ottobre 2013.